Lasagne di Carnevale napoletane

standard 2 marzo 2017 5 responses

A Napoli le lasagne si fanno praticamente solo a Carnevale. O forse a casa mia si facevano solo il martedì grasso. Questo è perchè come tutti i piatti al forno li consideriamo una cosa serissima.

Le lasagne di Carnevale sono una bomba. Sono buonissime, veramente superlative, ma altrettanto impegnative nella preparazione. Il l tempo speso però vale tutto. Mangerete un piatto sublime, indescrivibile, il tipico piatto della festa che lascia soddisfatti ed appagati.

Le lasagne di Carnevale napoletane hanno una caratteristica: si fanno con la sfoglia di semola. Niente pasta all’uovo, deve essere bianca ed arricciata sui lati. Ormai vivo da tanti anni a Bologna e qui è impossibile da trovare, quindi o me la porto da Napoli quando vado in vacanza oppure mi faccio la sfoglia da sola come in questa occasione.

Fondamentali anche le polpettine che devono essere piccolissime. La ricetta potete leggerla qua e qua quella del ragù. Potete optare anche per un sugo leggero al pomodoro, ma il risultato cambia notevolmente.

Lasagne di Carnevale napoletana
Autore: 
Cook time: 
Tempo di preparazione: 
 
Ingredienti
  • 500 gr lasagne di semola
  • 2 litri di ragù o sugo di pomodoro
  • 30/40 polpettine
  • 3 uova sode a fettine
  • 300 gr mozzarella o provola
  • 500 gr ricotta vaccina
  • parmigiano
Procedimento
  1. Sgocciolate la mozzarella tagliata a fettine per almeno mezza giornata in frigorifero.
  2. Stemperate la ricotta con un po' di ragù fino a renderla cremosa e rosata.
  3. Componete la lasagna facendo in teglia un fondo di ragù, quindi adagiate la sfoglia cruda, poi uno strato di ricotta, uno di polpettine, uno di uova sode e uno di mozzarella. Nuovamente ragù, pasta e tutto il procedimento sopracitato fino all'esaurirsi degli ingredienti. Sull'ultimo strato di pasta mettete ragù, qualche polpettina e il parmigiano.
  4. Cuocete a 220° per almeno 30 minuti o finchè abbrustolita.
  5. Lasciate riposare per almeno due ore prima di servire.

Vi ho ingolosito a sufficienza? Son talmente  buone che è un peccato farle solo a Carnevale! Vi consiglio almeno una domenica di goduria al mese.

Bacini carnevaleschi.

Jess

Pasta al forno tradizionale

standard 17 gennaio 2017 5 responses

Era tanto che non postavo una pasta al forno.

Eppure la pasta al forno secondo me è la cosa più bella che c’è. Ve ne ho già proposte svariate tipo la pasta al forno con funghi e salsiccia, quella con burrata, quella bianca con friarielli o ancora quella con le melanzane.

Questa volta invece voglio presentarvi quella più classica che c’è, la pasta al forno per antonomasia, quella che faceva la mia nonna e che portava alla ola di tutta la famiglia. La pasta al forno della domenica, buonissima, saporita, che ti fa urlare per il bis. Son sincera…mia nonna usava solo il ragù e non la salsa di pomodoro sciuè sciuè che faccio sempre io, inoltre impilava la pasta maccherone per maccherone. Ecco questa è la versione più pratica e veloce ma devo dirvelo…col ragù è tutta un’altra storia.

5.0 from 1 reviews
Pasta al forno
Autore: 
Prep time: 
Cook time: 
Tempo di preparazione: 
 
Ingredienti
  • 500 gr pasta tipo rigatoni o ziti tagliati
  • 2 lt passata di pomodoro
  • mezza cipolla
  • mezzo bicchiere d'acqua
  • 2 foglie basilico
  • olio extravergine d'oliva
  • sale e pepe
  • 300 gr carne macinata mista
  • 100 gr pangrattato
  • 1 uovo
  • parmigiano q.b.
  • origano q.b.
  • aglio essiccato q.b.
  • olio per friggere
  • 200 gr provola o mozzarella
Procedimento
  1. Per prima cosa preparate le polpettine. Mischiate la carne macinata, il pan grattato, il parmigiano, l'uovo, il sale, l'origano e aglio. Mescolate con forza. Se troppo duro aggiungete un po' di latte freddo. Quando il composto è ben sodo formate le polpettine. Devono avere il diametro di circa 1.5 cm. Una volta preparate coprite con pellicola e mettete in frigo per almeno mezz'ora.
  2. Preparate il sugo di pomodoro. Fate soffriggere in poco olio mezza cipolla a fettine. Quando ben dorata aggiungete la passata di pomodoro. Salate e fate cuocere per una mezz'ora avendo cura di aggiungere acqua se evapora. La salsa deve essere un po' lenta.
  3. Friggete le polpettine in abbondante olio e scolatele su carta assorbente.
  4. Tagliate a fette la prova e fate scolare il latte.
  5. Cuocete la pasta e toglietela al dentissimo. Unite alla pasta il sugo di pomodoro, la provola e le polpettine mescolate e trasferite in una teglia.
  6. Infornate dopo aver spolverato di abbondante parmigiano a 220° per 25/30 minuti o finchè ben croccante la superficie.
  7. Lasciar riposare una ventina di minuti fuori dal forno.

Vi ho fatto venire l’aquolina? Direi che è proprio il caso di provarla non pensate?

Vi aspetto con le vostre versioni!

Bacini croccanti,

Jess

CONSIGLIA Insalata con fave e pecorino