Focaccia pugliese

standard 18 aprile 2017 2 responses

Adoro la pizza in tutte le sue declinazioni.

Impastare è qualcosa che mi riporta ai tempi antichi, mi fa alleggerire il peso dei miei pensieri, la mia mente si perde e ritrova la sua strada.

Ho imparato in questi anni molte cose. Son passati i tempi del metto tutto in ciotola e vediamo cosa ne esce. So molto di farine, di idratazione, di tempi di lievitazione, di cottura. Ma in realtà sono sempre la stessa, quella che alle volte butta tutto insieme e impasta. Ultimamente si ragiona troppo e si perde la magia della semplicità. Io sono così, semplice e verace…come le mie ricette. E’ inutile riempirsi di mille parole ma bisogna puntare al risultato ovvero il profumo che esce dal forno e ti fa tornare bambina.

Dopo aver fatto la pizza con pasta madre, la focaccia, il pane senza impasto, i panini morbidissimi e molte altre ricette presenti nel blog ho deciso di lasciarvi la mia personale ricetta della focaccia pugliese. Ok non sono pugliese, non ho la ricetta originale, ma la faccio buona! La mia focaccia pugliese è quella classica con i pomodorini e la lievitazione in teglia. Il sapore speciale lo da la semola di grano duro che è irrinunciabile! Potete variare dall’originale focaccia pugliese aggiungendo anche le olive o la cipolla o persino le patate. Il risultato sarà sempre speciale.

Focaccia pugliese
Autore: 
Cook time: 
Tempo di preparazione: 
 
Ingredienti
  • 300 gr semola di grano duro
  • 200 gr farina 00
  • 330 ml acqua
  • 4 gr lievito di birra essiccato
  • 1 patata grossa
  • una ventina di pomodorini ciliegino
  • origano
  • 40 ml olio extravergine di oliva + olio per la superficie
  • 12 gr sale
Procedimento
  1. Fate bollire una patata in acqua bollente. Quando cotta, sbucciatela e schiacciatela. Fatela raffreddare fino a diventare tiepida.
  2. Mettete in una ciotola la farina, la patata e il sale. Versate al centrol'acqua e l'olio e lavorate gli ingredienti per una decina di minuti trasferendolo su un piano infarinato, fino a ottenere un impasto liscio e morbido. (Se usate una planetaria aggiungete tutti gli ingredienti e l'olio solo alla fine a fino mentre impastate a bassa velocità).
  3. Trasferitelo nuovamente nella ciotola, copritelo con la pellicola per alimenti e lasciatelo lievitare in un luogo tiepido fino a quando avrà raddoppiato di volume.
  4. Trasferite l’impasto in una teglia di 35 centimetri ben oliata e stendete l'impasto. Versate sopra l'impasto altro olio e schiacciate l'impasto.
  5. Affondate i pomodorini lavati nell’impasto. Cospargete quindi con l'origano. Lasciate lievitare la focaccia per almeno 1 ora ancora o due. Cuocete in forno già caldo a 220° per 20/25 minuti.

La focaccia pugliese è buona sia calda che a temperatura ambiente. E’ perfetta per i buffet, pranzi e picnic. Si conserva svariati giorni se ben avvolta nella pellicola.

Pronti a mettere le mani in pasta? Vi aspetto!

Ringrazio la mia amica Manuela Ruggiu per le splendide foto.

Bacini focacciosi,

Jess

 

Scialatielli fatti in casa

standard 29 aprile 2014 10 responses

E’ quasi il mio compleanno!

Venerdì compirò ben 36 anni ma me ne frego e penso solo al fatto che per l’appunto è il MIO compleanno.

Da quando ero bambina è sempre stato un affare di stato. Mia mamma riusciva a trasformare tutto in magia: la sveglia con la colazione a letto, la torta mal riuscita ma fatta con tanta nutella, la caccia al tesoro sui regali, i mille preparativi per la festa, il mio piatto preferito da bambina ovvero PASTA E BESCIAMELLA senza nient’altro purchè ci fossero quantità inenarrabili di besciamella.

Mi manca mamma. Mi manca quasi sempre. Riesco a farmi rapire dalla vita, dai suoi ritmi, dalle sue esigenze ma poi quel piccolo pensiero di figlia sola emerge, frantuma, distrugge tutte le mie certezze di donna e mamma realizzata. E’ un farci i conti col dolore, con la mancanza, con l’inafferrabile. Soprattutto alla sera con la testa poggiata sul cuscino.

Ma questa volta voglio sole, primavera, mare come in ogni mio compleanno. Ho la fortuna di esser nata nel ponte e organizzo sempre una gita fuoriporta. A breve si parte per il Golfo dei Poeti, io, Matteo e Pandi e sono messi al bando telefoni, televisioni e battibecchi. Noi e solo noi!

Come vi dicevo in altri post, ultimamente ho una vera e propria passione per la pasta fresca, per quella di semola specialmente. Questa volta vi insegnerò a fare un perfetto scialatiello!

SCIALATIELLI FATTI IN CASA

Per prima cosa avrete bisogno di semola di grano duro rimacinata, farina 00 e acqua tiepida.
Le proporzioni sono 2/3 semola e 1/3 farina. L’acqua sarà in proporzione alla farina fino ad ottenere un impasto compatto come il mio che a breve vi mostro. Dovrete fare una fontana con le due farine e versare al centro l’acqua piano piano aggiungendola fino ad ottenere un composto elastico.
La pallottolona che vedete è da tre kg di farine.

1526331_10153933506185072_1909175177_n
Dividete in più panetti e sarà più facile lavorarli. Stendete col mattarello fino ad avere uno spessore decisamente alto di circa 0.5 cm.
1978605_10153933506580072_1318643104_n
Arrotolatelo e tagliate via i bordi.
1981984_10153933506850072_1300386888_n
Tagliate delle rondelle di circa 1 cm.
1922077_10153933507345072_1503857275_n
Srotolatele come il mio aiutante.
Ecco i vostri scialatielli BELLISSIMI da mettere su un vassoio di carta ricoperto di semola. In questo modo si seccheranno più in fretta. Una volta seccati potete surgelarli in comode porzioni.
1922097_10153933507765072_1912171274_n
Ed ecco uno dei risultati che potete ottenere. Questa mia ricetta di scialatielli al tartufo e pomodorini la trovate qua!
Bacini appetitosi,
Jess

 

CONSIGLIA Nordic Tales 2017