Panini napoletani

standard 1 Ottobre 2019 Leave a response

I panini napoletani sono una delle ricette classiche della cucina partenopea.

Si tratta di morbidi paninetti farciti con ripieno simile al casatiello. A Napoli si possono acquistare in tutte le rosticcerie e nei forni e sono senza dubbio panini sostanziosi e molto golosi.

Quando studiavo Veterinaria, vicino alla mia facoltà esisteva una rosticceria che li proponeva sempre nella sua versione originale. Li ricordo come fosse ieri. Morbidi, saporiti, ripieni fino all’inverosimile. Mai più mangiati così buoni perchè seguivano la ricetta tradizionale…quella che appunto sono pronta a darvi.

La storia racconta che ad inventare questa meravigliosa ricetta furono le antiche donne napoletane che in una saggia arte del riciclo mischiarono all’impasto del pane gli avanzi dei giorni precedenti (prosciutto, salame, uova, ciccioli). Successivamente si è diffusa ed imposta come street food appetitoso.

La mia ricetta è quella originale e contiene l’immancabile strutto. Potete anche variarla e utilizzare l’olio (ovviamente non sarà così buono).

Panini napoletani

Preparazione3 h
Cottura25 min
Portata: Main Course
Keyword: panini farciti, panini napoletani, ricetta panini napoletani, rosticceria napoletana, street food napoletano
Porzioni: 6

Ingredienti

  • 500 gr farina 0
  • 150 ml latte
  • 150 ml acqua
  • 50 gr strutto o olio
  • 12 gr sale
  • 100 gr prosciutto cotto a cubetti
  • 100 gr salame
  • 100 gr provolone piccante
  • q.b. parmigiano
  • q.b. pepe
  • ciccioli (opzionale)
  • 3 uova sode
  • 4 gr lievito di birra secco
  • 1 tuorlo per spennellare

Istruzioni

  • Unite gli ingredienti in una ciotola o nella planetaria e impastate con vigore fino ad ottenere una palla liscia.
  • Lasciate lievitare almeno 2 ore o fino al raddoppio.
  • Stendete l'impasto col mattarello e fate una bella spolverata di parmigiano e infine il pepe.
  • Mettete tutti i salumi e il formaggio. Arrotolate l'impasto come se fosse un salame, chiudetelo bene e tagliate delle fette larghe circa 5 cm.
  • Lasciate lievitare le fette separate per circa 1 ora.
  • Spennellate con il tuorlo e infornate a 180° per circa 25 minuti o finchè ben dorati.

Non sono strepitosi questi panini napoletani? Potete anche surgelarli e scongelarli a temperatura ambiente al bisogno.

Io li adoro. Provate anche il Danubio mi raccomando, altro grande classico della rosticceria napoletana.

Bacini golosi,

Jess

Cannelloni alla napoletana

standard 3 Aprile 2019 Leave a response

I cannelloni alla napoletana sono una delle ricette tradizionali della mia famiglia.

Non venivano fatti spesso, solo in occasioni veramente speciali. E’ un piatto goloso, impegnativo ma che regna sulla tavola. Mia mamma li faceva durante alcune festività ma ricordo esattamente la preparazione, ricordo i momenti in cui correvo ad assaggiare il ripieno mentre lei si lamentava che così non ne avrebbe avuto per la pasta.

Un piatto bellissimo da vedere e ancora più buono da mangiare, si conserva alcuni giorni e può essere congelato e gustato anche in seguito.

Con un piatto di cannelloni alla napoletana non ci si può fermare, uno tira l’altro.

Cannelloni alla napoletana

Portata: Main Course
Keyword: cannelloni, cannelloni alla napoletana, pasta al forno
Porzioni: 4

Ingredienti

  • 500 gr cannelloni pasta pronta
  • 2 lt ragù o sugo di pomodoro
  • 500 gr macinato misto
  • 3 uova sode a fettine
  • 500 gr ricotta mista
  • q.b. parmigiano
  • 300 gr mozzarella o provola a pezzettini
  • q.b. olio extra vergine di oliva
  • q.b. sale

Istruzioni

  • Stemperate la ricotta con un po’ di ragù caldo fino a renderla cremosa e rosata.
  • Saltate la carne macinata con un po’ di olio extravergine d’oliva. Salate.
  • Aggiungete alla ricotta, la carne macinata, i pezzetti di mozzarella, le uova sode a fettine.
  • Con una sacca a poche a bocca larga farcite i cannelloni crudi.
  • Su una teglia fate un fondo abbondante di ragù e inserite i vari cannelloni farciti. Finito lo strato ricoprite con abbondante ragù e spargete parmigiano.
  • Cuocete a 200° per almeno 30 minuti o finchè abbrustoliti.
  • Lasciate riposare per almeno due ore prima di servire.

Visto che golosità?

Vi ho lasciato la ricetta senza le spiegazioni del ragù ma potete trovarle qua. Io utilizzo entrambe le versioni con sugo semplice e con ragù laborioso. Lascio a voi la scelta.

Una valida alternativa è sempre la lasagna di carnevale o la pasta al forno tradizionale. A Napoli la pasta è una vera e propria religione.

Bacini al forno,

Jess