Pesche sciroppate

standard 7 Settembre 2016 8 responses

Torno infine da queste belle vacanze carica di emozioni e ricordi. E’ anche ora di rimettersi in cucina. Sta arrivando l’autunno, la mia stagione del cuore, e a breve dovremo salutare molta della frutta e verdura estiva. Dovrò dire ciao ciao anche alle mie adorate pesche. Insieme alle ciliegie sono senza dubbio il mio frutto preferito. Le adoro tutte: gialle, nettarine, percoche, bianche profumate. noci. E mi piacciono così tanto che ho deciso di conservarle per i tristi giorni invernali facendo le pesche sciroppate.

Le pesche sciroppate sono facilissime da fare e permettono di gustare tutto l’inebriante profumo e sapore delle pesche estive. Oltretutto adesso troverete le ultime, le più dolci anche se magari bruttine! Non importa. Correte dal fruttivendolo o meglio ancora dal contadino e vi serviranno solo tre ingredienti per delle conserve speciali.

Stampa ricetta
5 da 1 voto

Pesche sciroppate

Cottura20 min
Tempo totale20 min
Chef: Miss Mou

Ingredienti

  • 1 kg di pesche sode meglio percoche
  • 500 ml acqua
  • 200 gr zucchero

Istruzioni

  • Lavate bene le pesche. Sbollentatele per circa due minuti. Dovranno essere ancora sode.
  • Scolatele e procedete alla pelatura della buccia con un coltello. Privatele del nocciolo e se riuscite dividetele a metà, altrimenti fate delle fette grandi e spesse.
  • Preparate lo sciroppo a base di acqua e zucchero facendolo bollire per 2/3 minuti.
  • Invasate le pesche in barattoli ben sterilizzati e aggiungete lo sciroppo fino a 1 cm dal bordo. Spingete con una forchetta le pesche per far uscire tutta l'aria. Chiudete.
  • Mettete i barattoli a bollire per circa 20/30 minuti per creare il vuoto. Estraeteli dall'acqua e fateli raffreddare e verificate l'avvenuto sottovuoto.
  • Fatele riposare almeno 1 mese per insaporirsi al meglio.

 

Ve lo dicevo che erano facilissime. Potrete conservarle per svariati mesi ma ricordate che una volta aperto il barattolo va riposto in frigorifero. Per tutti i consigli sulla sterilizzazione dei vasetti leggete questo post.

Siete pronti ad invasare le vostre pesche sciroppate? Sarà una soddisfazione pazzesca.

Bacini fine estivi,

Jess

Patate al forno al tahin

standard 16 Giugno 2016 8 responses

Mai mangiate le patate al forno al tahin?

Amo sposare sapori diversi tra loro. Mi piace la cucina etnica, mi piace pensare che non ci siano confini nel gusto ma solo remore mentali.

Conoscete il tahin? Quello che si usa per fare l’hummus? Vi spiegherò come utilizzarlo in una ricetta sfiziosa e velocissima.

Il tahin o tahina è un alimento che deriva dal sesamo, viene chiamato anche burro o crema di sesamo. Viene molto utilizzato nella cucina mediorientale, soprattutto abbinato ai legumi. Ha un sapore molto particolare, ricorda quello delle arachidi, ma è meno sapido e leggermente tostato.

Ho deciso di sperimentarlo su queste patate al forno. Gli da un gusto veramente particolare e buonissimo. Oltretutto si fanno in mezz’ora con soli 4 ingredienti e senza utilizzo di olio perchè si sfruttano i grassi del tahin.

Stampa ricetta
5 da 1 voto

Patate al forno al tahin

Cottura30 min
Tempo totale30 min
Chef: Miss Mou

Ingredienti

  • 5 patate grandi
  • 3 cucchiai di tahin
  • sale & pepe
  • origano

Istruzioni

  • Sbucciate le patate e fatele a pezzetti.
  • Scaldate al microonde o al pentolino i cucchiai di tahin per pochi secondi per ammorbidire la pasta.
  • In una ciotola aggiungete le patate, il sale e il pepe, l'origano ed il tahin.
  • Mescolate e ricoprite le patate con la pasta di tahin.
  • Infornate a 180° per circa 30 minuti o finchè ben dorate.

Sfiziose vero? Le volete normali?

Bacini mediorientali,

Jess

Read More