Kebab fatto in casa (o Gyros) ricetta al bbq e in forno

standard 28 Aprile 2020 Leave a response

Credo non abbiate mai provato il kebab fatto in casa. E’ una ricetta molto particolare, facile ma che necessita di vari accorgimenti.

Il kebab è un piatto gustoso e veloce ma spesso le notizie di cronaca fanno dubitare di cosa realmente si stia mangiando. Eppure è così buono e non si vorrebbe rinunciare…

Io ho la soluzione! Matteo, il mio compagno, detto anche King Griller di casa ha sperimentato questa ricetta per la festa del mio compleanno a tema greco e da allora è diventato un grande classico da cena in giardino.

Vi lascerò il suo metodo al forno e alla griglia per potervi sbizzarrire e tentare una ricetta dalla riuscita perfetta.

Kebab fatto in casa

Preparazione3 h
Cottura2 h 30 min
Portata: Main Course
Keyword: kebab, kebab fatto in casa
Porzioni: 6

Ingredienti

  • 250 gr di carne a testa in fette alte 1-2 cm (carni adatte: fette di coppa, fette di fesa di tacchino, fette di lonza, cosce di pollo disossate)
  • concia per 2 kg di carne circa (composta dagli ingredienti seguenti)
  • 1/2 cucchiaino origano
  • 1 cimetta rosmarino
  • 1 cucchiaino cumino
  • 1 cucchiaino aglio in polvere
  • 2 cucchiaini sale
  • q.b. olio extra vergine d'oliva
  • 1/2 cavolo cappuccio grande

Istruzioni

  • Mixate la concia in una scodellina.
  • Disponete le fette a strati orizzontali in un contenitore alto. Su ogni strato spolverate il mix di spezie e oliate leggermente fino a terminare la carne. Coprite il tutto con pellicola e tenete in frigo da 3 ore a tutta la notte in base alle esigenze.
  • Tagliate il cavolo cappuccio a metà, mettetelo in una teglia di alluminio usa e getta e infilate 2-3 stecchini lunghi da spiedino in maniera che siano molto saldi. Accendete il bbq o forno a 150°.
  • Infilate la carne sugli stecchini alternando le tipologie e facendo attenzione a far aderire bene tra loro gli strati e schiacciando un po'. Attenzione a non fare una torre troppo alta o cadrà. Nel caso di 2 kg di carne usando 3 stecchini si può infilare a rotazione la carne in modo che il blocco venga più largo che basso.
  • In bbq si può tenere la temperatura anche più bassa a 120°-130°. I tempi di cottura per 2 kg di carne saranno di circa 2 ore e mezza ma l'unico modo per verificarla effettivamente è misurare la temperatura interna della carne che dovrebbe essere sui 70° (il calore continuerà la cottura terminandola a 74° una volta in tavola).
  • A cottura ultimata adagiare nella teglia, chiudere con alluminio e lasciar riposare per 15-20 minuti. Rimettere in piedi e fare lo "shaving" ovvero il taglio verticale con un coltello molto affilato.

Visto che meraviglia il kebab fatto in casa? Dovete assolutamente accompagnarlo alla pita in padella facilissima da fare.

Pronti per la serata etnica?

Baci,

Jess

Festa hawaiana tiki tiki

standard 13 Settembre 2017 2 responses

Quest’anno per il mio barbecue di compleanno ho deciso di fare un altro PICNIC.  Questa volta però ho scelto un tema diverso. Volevo qualcosa di frizzante e divertente e cosa c’è di meglio di una festa hawaiana? Il tema tiki mi ha sempre attirato moltissimo e devo dire che il risultato è stato strabiliante.

Ho iniziato come al solito a progettare con largo anticipo la festa. Poi quest’anno i miei amici Eleonora e Simone mi han messo a disposizione il fantastico giardino della loro casa e quindi avevo spazio in abbondanza. Volevo che tutti gli ospiti avessero il proprio stuoino da spiaggia (2 € l’uno) del resto è una festa hawaiana anche se è fatta su un prato ed il proprio set per mangiare. Ho scelto come colori dominanti il verde e il lilla/rosa. Ho realizzato dei portaposate con l’ibisco il tipico fiore hawaiano. Ho usato del cartoncino colorato tagliandolo e attaccandolo con colla a caldo (5 € in tutto). Ho fatto gonfiare ad elio per ogni stuoino dei palloncini rosa e verdi, ma mi ero anche procurata dei bellissimi fenicotteri e delle palme per delimitare l’area. Ogni stuoino aveva anche il suo ventaglio (faceva molto caldo) e dei fiori di carta crespa.

Poi c’è stata l’ideazione della tavola. Ho riciclato l’idea dell’anno scorso dell’altro picnic ovvero le cassette della frutta! Me le sono fatta regalare al mercato e l’effetto è stato strepitoso. Sopra ho messo cestini in vimini contenenti patatine e popcorn, piatti e bicchieri, cannucce a forma di fenicotteri e di frutta esotica ma anche le mitiche collane di fiori per ogni ospite. Inutile dire che i bimbi sono impazziti! Ed è lì sulle cassette che venivano adagiati antipasti, carne grigliata e panini a tema. Ho anche realizzato con una scatola di cartone la tipica maschera dei totem tiki hawaiani! E’ bastato del cartoncino colorato ed un po’ di fantasia. Ed eccolo a troneggiare al centro della mia tavola hawaiana.

Abbiamo servito come antipasto del barbecue:

  • polpettine hula hula
  • pane a forma di ananas
  • insalata di uova
  • aperitivo analcolico con ananas e cocco (andato a ruba soprattutto tra i bambini) servito in mini ananas
  • acqua di cocco servita nei cocchi verdi
  • insalata hawaiana in cocomero

Invece il menu del barbecue comprendeva:

 

Ricetta insalata hawaiana in cocomero:

  • baby cocomero
  • peperone rosso
  • pomodoro
  • olio
  • sale
  • insalata iceberg
  • ananas
  • cipolla rossa

Svuotare il baby cocomero. Tagliate a dadini il pomodoro, la cipolla, ananas e peperone. Aggiungete l’insalata a julienne. Salare, oliare e mescolare. Servire direttamente nel cocomero fredda.

Ecco una carrellata finale con tutte le foto della festa.

 

E con questo è tutto!

Spero vi sia piaciuto questo post un po’ lungo ma molto dettagliato su come organizzare una festa hawaiana e come sempre se avete delle domande o volete qualche consiglio sono a vostra disposizione. Potete trovare anche il picnic party dello scorso anno.

Party bacini,

Jess