Scialatielli fatti in casa

standard 29 Aprile 2014 13 responses

Scialatielli della festa? E’ quasi il mio compleanno!

Venerdì compirò ben 36 anni ma me ne frego e penso solo al fatto che per l’appunto è il MIO compleanno.

Da quando ero bambina è sempre stato un affare di stato. Mia mamma riusciva a trasformare tutto in magia: la sveglia con la colazione a letto, la torta mal riuscita ma fatta con tanta nutella, la caccia al tesoro sui regali, i mille preparativi per la festa, il mio piatto preferito da bambina ovvero PASTA E BESCIAMELLA senza nient’altro purchè ci fossero quantità inenarrabili di besciamella.

Mi manca mamma. Mi manca quasi sempre. Riesco a farmi rapire dalla vita, dai suoi ritmi, dalle sue esigenze ma poi quel piccolo pensiero di figlia sola emerge, frantuma, distrugge tutte le mie certezze di donna e mamma realizzata. E’ un farci i conti col dolore, con la mancanza, con l’inafferrabile. Soprattutto alla sera con la testa poggiata sul cuscino.

Ma questa volta voglio sole, primavera, mare come in ogni mio compleanno. Ho la fortuna di esser nata nel ponte e organizzo sempre una gita fuoriporta. A breve si parte per il Golfo dei Poeti, io, Matteo e Pandi e sono messi al bando telefoni, televisioni e battibecchi. Noi e solo noi!

Come vi dicevo in altri post, ultimamente ho una vera e propria passione per la pasta fresca, per quella di semola specialmente. Questa volta vi insegnerò a fare un perfetto scialatiello!

SCIALATIELLI FATTI IN CASA

Per prima cosa avrete bisogno di semola di grano duro rimacinata, farina 00 e acqua tiepida.
Le proporzioni sono 2/3 semola e 1/3 farina. L’acqua sarà in proporzione alla farina fino ad ottenere un impasto compatto come il mio che a breve vi mostro. Dovrete fare una fontana con le due farine e versare al centro l’acqua piano piano aggiungendola fino ad ottenere un composto elastico.
La pallottolona che vedete è da tre kg di farine.

Dividete in più panetti e sarà più facile lavorarli. Stendete col mattarello fino ad avere uno spessore decisamente alto di circa 0.5 cm.
Arrotolatelo e tagliate via i bordi.
Tagliate delle rondelle di circa 1 cm.
Srotolatele come il mio aiutante.
Ecco i vostri scialatielli fatti in casa BELLISSIMI da mettere su un vassoio di carta ricoperto di semola. In questo modo si seccheranno più in fretta. Una volta seccati potete surgelarli in comode porzioni.

Ed ecco uno dei risultati che potete ottenere. Questa mia ricetta di scialatielli al tartufo e pomodorini la trovate qua!
Ecco gli scialatielli di Paola.
Bacini appetitosi,
Jess

Related Posts

13 responses

  • Innanzittuto per il post di oggi ti do un abbraccio forte forte forte.. Poi ti dico che anche io sto amando fare la pasta in casa! Ecco.. gli scialatielli mi mancano! ottima ricetta e gustoso condimento.. un abraccio 🙂

  • Davvero squisiti. Immagino il profumo!!! Sei stata bravissima…
    Tanti auguri Jessica 🙂 se vuoi passa da me c'e un regalo per te!
    Un abbraccio
    Flora

  • finalmente la ricetta degli scialatielli, sono anni che la cerco ma finora mai nessuna buona, forse il segreto è la farina di semola,io la salvo poi ti farò sapere,anche a me manca mamma sempre e penso a tutte le figlie,è proprio vero la mamma è sempre la mamma,un bacione da mamma e da figlia

  • Che dolce che sei… sorridi cara, sei speciale, non ho la mamma ma posso capire cosa provi… mio papà per me è tutto…!
    Un bacione, bellissima ricetta e le parole molto toccanti!
    Auguri per venerdì….

  • Io i li faccio subito! Tanti auguri Jessica e 1000 di questi scialatielli!:***

  • Un abbraccio e un bacione grosso, poi provo pure la ricetta
    🙂

  • Adooooro! E poi la pasta acqua e farina ha una consistenza unica! Bella la ricetta passo passo 😀

  • Jessica sei fortissima ti mando un abbraccio fortissimo….e da brava azdora domani preparo la pasta!!! Grazie della ricetta…un bacione one!!!

  • Che brava che sei,complimenti son stupendi!!! 🙂
    Baci cara

  • Ciao Jessica, ma che belli! Molto toccante il tuo post, ti abbraccio forte e ti faccio mille auguri con qualche giorno di anticipo. A presto.

  • farom

    Complimenti, spiegazione sintetica e comprensibile, forse, una migliore spiegazione sul tipo di impasto che bisogna ottenere sarebbe stata gradita, questo per potersi regolare meglio sulla sua quantità.
    (molto bella la prefazione, tenerissima direi)

    • Jessica Di Fraia

      Grazie mille! <3
      Hai ragione ho il brutto vizio di fare le cose ad occhio. Ho messo la foto proprio per far rendere conto della consistenza che deve essere liscia e non attaccarsi alle mani. La quantità esatta dipende purtroppo dall'assorbimento dell'acqua da parte della farina. Prova poco alla volta partendo da un quarto di bicchiere.

  • farom

    …… sulla quantità di acqua da utilizzare in base all’assorbimento delle farine.

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *