Picnic party

standard 15 Settembre 2016 16 responses

Quest’anno per il mio barbecue di compleanno ho deciso di fare un PICNIC PARTY.

Voi direte bella forza, che ci vuole! Ehhhhh ma il bello è stato organizzare un picnic nel giardino di casa che conta soltanto 110 mq. Insomma infilare 30 ospiti e fargli avere un party memorabile non era proprio cosa semplice, ma direi che il risultato è stato veramente fantastico.

Ho iniziato come al solito a progettare con largo anticipo la festa. Volevo che tutti gli ospiti avessero la propria coperta da picnic (5 € l’una) ed il proprio set per mangiare. Ho ordinato delle deliziose coperte impermeabili da un lato (si sa mai che piovesse in quei giorni) a quadri rosse e bianche (colore che sarebbe stato tema della festa) per ogni famiglia.

Ho acquistato anche dei piccoli cestini di paglia (0.50 € l’uno) per ogni coperta su cui adagiare: un piccolo porta popcorn con iniziale di ogni bimbo e coccinella, delle posate rosse e bianche e di legno contenute in mini cestini da picnic di carta fatti a mano,e dei tovagliolini bianchi. Per realizzare i porta popcorn e i cestini porta posate ho usato del cartoncino colorato tagliandolo e attaccandolo con colla a caldo (5 € in tutto). Ad ogni cestino era attaccato un palloncino ad elio o bianco o rosso.

Poi c’è stata l’ideazione della tavola. Questa volta volevo stupire con effetti speciali e avere qualcosa che non fosse una vera tavola ma che al tempo stesso sollevasse il cibo dal prato. E tadan ecco l’idea: le cassette della frutta! Me le sono fatta regalare al mercato e l’effetto è stato strepitoso. Sopra ho messo in una bottiglietta di vetro delle girandole da regalare ad ogni bimbo, dei sacchetti di carta contenenti patatine e popcorn, piatti e bicchieri. Ed è lì sulle cassette che venivano adagiati antipasti, carne grigliata e la torta pizza brownie di compleanno.

Abbiamo servito come antipasto del barbecue:

  • salame fatto in casa
  • original english cheddar
  • schiacciata

Invece il menu del barbecue comprendeva:

Piccola chicca da segnalare la presenza di orsi e il relativo cartello! Ecco una carrellata finale con tutte le foto della festa.

E con questo è tutto!

Spero vi sia piaciuto questo post un po’ lungo ma molto dettagliato su come organizzare un picnic party e come sempre se avete delle domande o volete qualche consiglio sono a vostra disposizione. Potete trovare anche la festa dedicata alla fattoria dello scorso anno.

Party bacini,

Jess

La festa della Fattoria – Addobbi & Party Food

standard 23 Luglio 2015 12 responses

Chi ha detto che solo le feste per bambini possono essere a tema si sbaglia.

Dare un tema ad una festa vuol dire:

  • semplicità nell’ideazione degli addobbi e del party-food in quanto basta spaziare in un solo ambito
  • dare una parte attiva all’ospite che si sente coinvolto nell’ideazione del suo ruolo
  • stupire gli ospiti

Io li prediligo anche per le mie feste, non solo per quelle di Pandi. Questa volta per il mio solito barbecue di compleanno ho pensato di usare come tema LA FATTORIA trattandosi di una festa in giardino.

Sul cancello d’ingresso troneggiava la facciata di un fienile fatto a mano con tre cartoncini diversi. L’ha appeso mio marito ed è immancabilmente storta. (DIY nel prossimo post).

foto 11E poi c’era il fantastico angolo gioco/cibo per i bimbi..L’AIA! L’aia è stata realizzata con tre balle di fieno rettangolari prestate da un amico che possiede cavalli e che non finirò mai di ringraziare (MITICO ANTONIO). Voi potreste provare a chiedere ad un maneggio o ad un agriturismo con animali se ve ne prestano.

Inoltre ho realizzato per tutti i bambini partecipanti dei cavalli gioco su stecco per poter fare delle corse di cavalli durante la festa. Ho utilizzato dei calzini, lana e poco altro. Il costo di realizzazione di ognuno è di circa 3,50 €. La resa spaziale. (DIY nel prossimo post.)

Infine ho acquistato dei palloncini gonfiabili a forma di animali dell’aia che hanno la peculiarità di stare per terra per essere trascinati al guinzaglio. Per 6 palloncini + elio ho speso circa 14 €.

DSCN0032Poi c’è stata l’ideazione della tavola. Volevo avesse una tovaglia speciale e ho pensato che una tovaglia di bandana fosse perfetta. Ho acquistato 14 bandana e li ho fatti cucire assieme dalla mia vicina. Costo 15 €. E la posso riutilizzare durante l’anno. Guardate che effetto “country” che fa! Ecco mentre stavo apparecchiando.

DSCN0028Per il centrotavola ho usato un vecchio barattolo dei pelati ben pulito e dentro ho messo un bel mazzo di lavanda essiccata che avevo colto precedentemente con del tulle bianco.

DSCN0029Poi c’erano:

  • al posto dei piatti ho usato delle teglie usa e getta di alluminio per mimare l’effetto “piatti di ferro” come nelle fattorie di una volta (e non vi dico i complimenti per l’idea!)
  • ho usato delle posatine di legno, dei tovaglioli bianchi con delle stelle dorate e dei bicchieroni da birra con cannucce di carta rosse e bianche
  • ho realizzato anche delle etichette con grafica “muccosa” per indicare i piatti

C’era anche una coppa rossa da cui prendere dei baffi adesivi per tutti (si sa che i contadini sono sempre baffoni)

DSCN0026E l‘aperitivo era servito nei cartoni delle uova

DSCN0033Abbiamo servito come antipasto

  • salame alle noci
  • original english cheddar
  • labneh ai pomodori secchi

Invece il menu del barbecue comprendeva

E per concludere in bellezza c’era il The Bianco Freddo alla Menta e Limone

1610953_10155775868020072_4705478756986707938_nE per tutti gli ospiti a fine serata come goodies ho preparato dei biscotti a forma di cowboy hat! Potete leggere la ricetta qui anche se cambia la decorazione.

1E con questo è tutto!

Spero vi sia piaciuto questo post un po’ lungo ma molto dettagliato sulla festa a tema Fattoria e come sempre se avete delle domande o volete qualche consiglio sono a vostra disposizione.

Alla prossima volta con il DIY!

Party bacini,

Jess