Grattini al parmigiano

standard 1 Marzo 2016 20 responses

Prima di parlarvi dei grattini al parmigiano vorrei raccontarvi qualcosa che mi sta molto a cuore. Mancano pochi giorni al viaggio che aspetto da una vita.

Quando ero ragazzina ero convinta e determinata di voler andare a Praga solo con l’uomo della mia vita. Ho millantato questo viaggio a tutti i miei fidanzati o pseudoamori convinta che un giorno li avrei portati tutti, perchè chi mi conosce lo sa, io mi innamoro prima dell’amore che dell’oggetto amato.

E così gira e rigira a Praga non ci sono stata mai. Nessuno era abbastanza per Praga. Nessuno poteva essere eletto compagno o magari delfino alla mia corte. Ho sempre avuto la convinzione che su quel ponte, ai piedi di quel castello, sotto quell’orologio io dovevo dare QUEL bacio, quell’unico bacio da non rimpiangere nessuno degli errori passati, nessuna delle carezze andate, nessuna delle parole pronunciate. Insomma Praga per me era una cosa complicata. Unire l’amore a quel rosa spinto non era da tutti. Neanche da quegli amori che io credevo infallibili.

E l’unico di tutti gli amori (im)possibili un giorno ha rischiarato le mie nubi…e io oggi ho quel biglietto e lo stringo tra le mie mani. Praga è molto di più di tutto questo. E’ la mia speciale, unica, irripetibile promessa.

E bisogna coccolarsi e gratificarsi come con questi grattini al parmigiano. Piacciono ai piccoli ma soprattutto alle mamme alla fine di una lunga giornata. Sono facilissimi da fare, si preparano nel mixer. Basta trovare la giusta consistenza!

Stampa ricetta
5 da 1 voto

Grattini al parmigiano

Preparazione2 h
Cottura4 min
Tempo totale2 h 4 min
Chef: Miss Mou

Ingredienti

  • 110 gr semola
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 30 gr parmigiano

Istruzioni

  • Inserite nel mixer 1 uovo, un pizzico di sale, il parmigiano e ¾ della semola di grano duro.
  • Azionate il mixer e attendete che il composto si uniformi.
  • Aggiungete la restante semola a poco a poco fino ad ottenere i grattini della grandezza desiderata.
  • Fateli asciugare su un panno per circa due ore.
  • Cuoceteli in brodo bollente per circa 4 minuti.

Una volta asciutti i grattini al parmigiano possono essere conservati in un vasetto sterile per circa 3 o 4 mesi ed usati all’occorrenza.

E per il FATTO DA VOI ecco i grattini al parmigiano di  Simona, Michela e Stefania.

Auguratemi buon viaggio,

Jess

Related Posts

20 responses

  • che bellissimo racconto questo di Praga….non ti facevo così “dolce e romanticona” 🙂 felice per te Jessica
    PS non ho mai fatto i grattini ma sono sicura piaceranno tantissimo ai miei nanetti!
    baci
    raf

  • Torno bambina con questi grattini ciaooo

  • Un piatto semplice quanto gustoso, veloce da fare e che coccola il palato !


  • io non ci sono mai stata a Praga! E’ così romantica? Ma anche tu lo sei tanto e allora te la meriti! Grattini! la pastina che preferisco mai avrei pensato che si potessero fare in casa!! Sei sempre una bella scoperta tu! bacio

  • Buon viaggio Jess.
    Però una domanda ce l’avrei: per mixer intendi un cutter? quello con le lame sul fondo? mi piace l’idea di questa pastina, ma devo capire se ho o no i mezzi 🙂

    • Jessica Di Fraia

      Il mixer è quello ciccione con le lame in fondo! Esattamente. Perchè man mano che cutta escono i grattini.

  • Praga è stata una delle tappe della mia luna di miele, anche se all’epoca non la apprezzai molto: usciva dal blocco comunista, la povertà era tangibile e in più diluviava ogni giorno, una depressione assoluta!
    Ci sono ritornata a Pasqua ed è stato come assistere ad una rinascita: non te ne pentirai!
    Ha abbandonato il fascino decadente per una gioia di vivere e di riscatto senza pari 🙂
    Un bacio!

  • Li faceva sempre la mia nonna, io li adoravo. Mio fratello mi prendeva in giro perchè diceva che erano minestra da ospedale, invece io li ho sempre trovati così confortanti.
    La tua descrizione di Praga, per me vale per Parigi. Per me Parigi è sempre stata la città da condividere con il grande amore. E ci sono riuscita. Quindi….buon viaggio. Vedrai che ti piacerà moltissimo

  • Buon viaggio Jessica,non sono mai stata a Praga,si tratta di una delle città che avrei voluto visitare,chissà se prima o poi…
    Questi grattini sono da provare assolutamente,mi ispirano tantissimo:))ma per semola intendi la farina di semola rimacinata?Grazie mille e in anticipo per la risposta:))
    Un bacione:))
    Rosy

  • una ricetta carinissima che non conoscevo, un vero comfort food! per il viaggio.. divertiti tanto, penso sia una città incantevole, aspettiamo il tuo racconto!

  • Mmmmm che piattino delizioso, molto invitante!!!!

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *