La festa della Fattoria – Addobbi & Party Food

standard 23 Luglio 2015 12 responses

Chi ha detto che solo le feste per bambini possono essere a tema si sbaglia.

Dare un tema ad una festa vuol dire:

  • semplicità nell’ideazione degli addobbi e del party-food in quanto basta spaziare in un solo ambito
  • dare una parte attiva all’ospite che si sente coinvolto nell’ideazione del suo ruolo
  • stupire gli ospiti

Io li prediligo anche per le mie feste, non solo per quelle di Pandi. Questa volta per il mio solito barbecue di compleanno ho pensato di usare come tema LA FATTORIA trattandosi di una festa in giardino.

Sul cancello d’ingresso troneggiava la facciata di un fienile fatto a mano con tre cartoncini diversi. L’ha appeso mio marito ed è immancabilmente storta. (DIY nel prossimo post).

foto 11E poi c’era il fantastico angolo gioco/cibo per i bimbi..L’AIA! L’aia è stata realizzata con tre balle di fieno rettangolari prestate da un amico che possiede cavalli e che non finirò mai di ringraziare (MITICO ANTONIO). Voi potreste provare a chiedere ad un maneggio o ad un agriturismo con animali se ve ne prestano.

Inoltre ho realizzato per tutti i bambini partecipanti dei cavalli gioco su stecco per poter fare delle corse di cavalli durante la festa. Ho utilizzato dei calzini, lana e poco altro. Il costo di realizzazione di ognuno è di circa 3,50 €. La resa spaziale. (DIY nel prossimo post.)

Infine ho acquistato dei palloncini gonfiabili a forma di animali dell’aia che hanno la peculiarità di stare per terra per essere trascinati al guinzaglio. Per 6 palloncini + elio ho speso circa 14 €.

DSCN0032Poi c’è stata l’ideazione della tavola. Volevo avesse una tovaglia speciale e ho pensato che una tovaglia di bandana fosse perfetta. Ho acquistato 14 bandana e li ho fatti cucire assieme dalla mia vicina. Costo 15 €. E la posso riutilizzare durante l’anno. Guardate che effetto “country” che fa! Ecco mentre stavo apparecchiando.

DSCN0028Per il centrotavola ho usato un vecchio barattolo dei pelati ben pulito e dentro ho messo un bel mazzo di lavanda essiccata che avevo colto precedentemente con del tulle bianco.

DSCN0029Poi c’erano:

  • al posto dei piatti ho usato delle teglie usa e getta di alluminio per mimare l’effetto “piatti di ferro” come nelle fattorie di una volta (e non vi dico i complimenti per l’idea!)
  • ho usato delle posatine di legno, dei tovaglioli bianchi con delle stelle dorate e dei bicchieroni da birra con cannucce di carta rosse e bianche
  • ho realizzato anche delle etichette con grafica “muccosa” per indicare i piatti

C’era anche una coppa rossa da cui prendere dei baffi adesivi per tutti (si sa che i contadini sono sempre baffoni)

DSCN0026E l‘aperitivo era servito nei cartoni delle uova

DSCN0033Abbiamo servito come antipasto

  • salame alle noci
  • original english cheddar
  • labneh ai pomodori secchi

Invece il menu del barbecue comprendeva

E per concludere in bellezza c’era il The Bianco Freddo alla Menta e Limone

1610953_10155775868020072_4705478756986707938_nE per tutti gli ospiti a fine serata come goodies ho preparato dei biscotti a forma di cowboy hat! Potete leggere la ricetta qui anche se cambia la decorazione.

1E con questo è tutto!

Spero vi sia piaciuto questo post un po’ lungo ma molto dettagliato sulla festa a tema Fattoria e come sempre se avete delle domande o volete qualche consiglio sono a vostra disposizione.

Alla prossima volta con il DIY!

Party bacini,

Jess

Lavoretti di Primavera e di Pasqua

standard 15 Aprile 2015 16 responses

La Primavera quanto mi risveglia i sensi…

Come vi ho già precedentemente raccontato, ho frequentato le scuole americane Montessoriane, esperienza che mi ha totalmente formata nella visione di un mondo a misura di bambino che sia fortemente sensoriale e creativo.

In realtà tutto questo non lo sapevo. Lo avevo dentro, nascosto. Sono stata una bambina troppo sportiva per dedicare del tempo adeguato alla sperimentazione casalinga. Ma da quando Pandi è arrivata nella mia vita ho scoperto che universo ci fosse dentro di me, che ricordi di pomeriggi passati a creare e che voglia di ripercorrere questi passi con lei.

In Primavera organizzavamo sempre delle giornate in cui coloravamo le uova per Pasqua e così ho deciso di organizzare un piccolo crafty party primaverile o una playdate per dirla all’americana.

I lavoretti di primavera e di pasqua erano colorare le uova con pastelli a cera e la costruzione di sacchetti a forma di pulcino o coniglietto.

La tavola era così allestita. Per tutti i bimbi c’era un kit per la creazione del sacchetto (li ho acquistati qui ma potete farli semplicemente con bustine di carta, occhietti mobili e gommapiuma adesiva), un cestino con 6 uova, dei fogli da colorare a tema e dei pastelli a cera.

Per colorare le uova basta far bollire in acqua bollente per dieci minuti le uova, asciugarle e quindi disegnarci sopra con i pastelli a cera finchè sono calde. Si scioglieranno e faranno dei disegni bellissimi. E’ importante non toccare le uova perchè essendo calde ci si può scottare.

Ecco le fantastiche creazioni!

Ed ecco i tramezzini coniglietti per tutti!

Spero di avervi dato qualche idea semplice e veloce per organizzare un piccolo party con lavoretti di pasqua e primavera con i vostri bimbi! Divertimento garantito.

Jess