Pasta al ragù contadino di faraona

standard 21 Aprile 2015 15 responses

La pasta al ragù contadino di faraona è un piatto della mia infanzia.

Quando vivevo a Napoli abitavo in campagna. La mia villa confinava con le grandi terre di una famiglia di contadini che oltre a coltivare dei magnifici limoni e pomodori aveva un’aia con polli e conigli. Il ricordo delle domeniche alla loro tavola è indelebile nella mia memoria.

Il sapore del pollo ruspante mangiato da bambina è un gusto antico, mai più ritrovato. Noi che eravamo la “Napoli bene” ci sedevamo alla tavola di persone che non avevano studiato ma che avevano universi da offrirci e raccontarci. Il mondo che mi hanno insegnato è quello fatto di bottiglie di pummarola a cuocere in enormi tinozze, quello di corse sotto le foglie acri dei limoni, quello di marmellate di more sulle stoviglie, quello di fiori e alberi e dirupi e tesori nascosti.

Ho voluto fare onore a questi miei ricordi rivisitando una ricetta che ho iniziato a gustare nella loro casa. Non ne ho mai conosciuto le quantità perfette ma ho osservato Bettina indaffarata in cucina mille volte e forse qualcosa avrò imparato.

Eccovi la pasta al ragù contadino di faraona fatto con pochissimi ingredienti ma pronto a sprigionare un profumo di festa. Facilissimo da fare questo ragù bianco è il classico piatto della domenica.

Pasta al ragù contadino di faraona

Miss Mou
4.34 from 3 votes
Preparazione 40 min
Cottura 15 min
Tempo totale 55 min

Ingredienti
  

  • 1 faraona
  • 500 gr paccheri
  • 2 carote
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla grande
  • olio extravergine d'oliva
  • vino bianco
  • basilico
  • sale
  • pepe
  • pecorino

Istruzioni
 

  • Pulite la faraona e tagliatela in pezzi (petto, cosce, ali, collo, schiena).
  • Tagliate a rondelle sottili le carote, a fettine sottili sedano e cipolla.
  • In un largo tegame fate rosolare in abbondante olio evo le verdure e quando ben dorate tuffate i pezzi di faraona (per rendere più saporito il ragù potete aggiungere anche i fegatini, durelli e cuore).
  • Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e coprite. Salate e pepate.
  • Lasciate rosolare la carne per una quarantina di minuti avendo cura di controllare che tutto il sugo non sia evaporato e aggiungete acqua se necessario. Le verdure si dovranno disfare facendo una cremina.
  • Prendete il petto e sminuzzatelo. Rimettetelo in pentola a cucinare per altri 5 minuti. Condite con basilico fresco.
  • Buttate la pasta e scolatela al dente. Saltate i paccheri nel ragù (spostate la faraona in una ciotola per mangiarla come secondo piatto) e servite con abbondante pecorino e foglioline di basilico fresche.

Ovviamente potete sostituire il pollo alla faraona per avere un piatto sicuramente più economico ma meno saporito. Spero lo proverete per ritrovarvi con me bambini a correre nei prati,

Bacini campagnoli,

Jess

Related Posts

15 responses

  • Eh si.. dici bene.. i polli ruspanti son tutt’altra cosa a quello che trovo nei supermercati.. Mi piace l’idea del raùg con la faraona.. ottimo! baci e buona giornata 🙂

  • jessica..più ti leggo e più ti conosco e più mi vien voglia di invitarti a casa mia.
    Ciò che descrivi della tua infanzia è per me quotidianità…non vedo l’ora di conoscerti dal vivo perchè credo abbiamo mille cose di cui parlare e su cui confrontarci!!
    ti abbraccio

    • Miss Mou

      Barbara se mi inviti sarò ben felice di essere alla tua tavola. Le tavole che sanno di antico sono sempre le più autentiche.

  • mi piace moltissimo il ragù di faraona e i tuoi paccheri sono davvero molto molto invitanti.
    Bacioni jess

  • Deliziosa l’idea della faraona, la uso pochissimo in cucina!!!

  • Ciao Jessica, grazie per la visita! Ricambio molto volentieri, hai un bellissimo blog e mi unisco ai tuoi followers 😀

  • mi piace tantissimo questo primo piatto, sicuramente troppo gustoso, mi hai fatto venire di novo fame nonostante abbia già cenato:))
    un bacione e i miei migliori complimenti:))
    Rosy

  • 4 stars
    Che spettacolo i polli ruspanti! Anche nella mia infanzia ce ne sono stati, ho parenti a Gubbio con una tenuta e ogni volta che andavamo a trovarli era una festa di sapori!
    Buonissima la tua ricetta, sai che la faraona l’ho cucinata solo una volta? Devo provarla con la pasta ^^

  • 4 stars
    Il pollo ruspante, una carne eccezionale, gustosa. Basta semplicemente farlo al forno con contorno di patate arrosto e sprigiona un aroma eccezionale per non parlare del fatto che si scioglie in bocca. Allevando pollame ho la fortuna di usare sempre ottimi polli per le mie ricette, purtroppo non teniamo più faraone che è una delle mie carni preferite. Il tuo ragù sembra ottimo ed è una di quelle ricette del cuore, il cui sapore lo conservi per sempre.

    Baci

    Valentina

    http://preppyinvenice.blogspot.it

  • bello bacini campagnoli, bello il piatto, e buono, belli i tuoi ricordi che sento vicini, ricordi unici e indelebili! grazie jessica!

  • Adoro questi piatti, mi ricordano mia nonna, contadina e lavoratrice sotto tanti padroni, tra cui i savoia, i cui all’epoca figli andavano a giocare nei loro campi…. 😀

  • 5 stars
    I profumi e sapori dell’infanzia fanno sempre venire in menti bei ricordi. Quante volte vorremmo rivivere quei momenti…
    Questi paccheri alla faraona fanno proprio pensare alla famiglia raccolta intorno al tavolo.

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Recipe Rating