Polpette di avanzi col lesso

standard 10 aprile 2018 1 response

Io sono una fan delle polpette come ben sapete. Avrete già assaggiato le mie polpette fritte e quelle al sugo oppure quelle vegetariane con le zucchine e ricotta o le svedesi.

Quando mi sono trasferita a Bologna ho scoperto che qui erano usi fare le polpette di avanzi col lesso. Una volta avanzata la carne del brodo (e qui di brodo ne fanno a litri per i loro i tortellini) ci fanno delle polpette molto gustose. Ho adattato la scoperta ai nostri gusti ed adesso ogni volta che cucino il brodo parte della carne lessata diventa polpetta.

E’ una ricetta molto semplice e gustosa, facilissima da fare dove il nostro amico mixer fa tutto il lavoro e a noi tocca solo lavorare la polpetta.

Le polpette di avanzi sono una ricetta di riciclo buona, facile e salvatempo. Tocca provarla subito!

Polpette di avanzi col lesso
Autore: 
Cook time: 
Tempo di preparazione: 
 
Ingredienti
  • 300 gr carne lessata
  • 100 gr prosciutto cotto
  • 100 gr pan grattato
  • aglio essiccato tritato q.b.
  • 2 uova
  • 30 gr parmigiano
  • latte q.b.
  • avanzi di verdura lessa (1 sedano, qualche sfoglia di cipolla, mezza carota) opzionale
  • sale
  • pepe
  • olio per friggere
Procedimento
  1. Inserite nel mixer tutti gli ingredienti tranne l'olio.
  2. Tritate fino ad ottenere un composto morbido e compatto.
  3. Lavorate con le mani le polpette e riponetele in frigo per una mezz'ora.
  4. Passate le polpette nel pangrattato e friggetele in olio bollente. Servite caldissime.

Ricetta superfacile, supercollaudata e superbuona. Le polpette di avanzi con il lesso sono una meraviglia.

Bacini rotondi,

Jess

 

 

Pasta al forno tradizionale

standard 17 gennaio 2017 5 responses

Era tanto che non postavo una pasta al forno.

Eppure la pasta al forno secondo me è la cosa più bella che c’è. Ve ne ho già proposte svariate tipo la pasta al forno con funghi e salsiccia, quella con burrata, quella bianca con friarielli o ancora quella con le melanzane.

Questa volta invece voglio presentarvi quella più classica che c’è, la pasta al forno per antonomasia, quella che faceva la mia nonna e che portava alla ola di tutta la famiglia. La pasta al forno della domenica, buonissima, saporita, che ti fa urlare per il bis. Son sincera…mia nonna usava solo il ragù e non la salsa di pomodoro sciuè sciuè che faccio sempre io, inoltre impilava la pasta maccherone per maccherone. Ecco questa è la versione più pratica e veloce ma devo dirvelo…col ragù è tutta un’altra storia.

5.0 from 1 reviews
Pasta al forno
Autore: 
Prep time: 
Cook time: 
Tempo di preparazione: 
 
Ingredienti
  • 500 gr pasta tipo rigatoni o ziti tagliati
  • 2 lt passata di pomodoro
  • mezza cipolla
  • mezzo bicchiere d'acqua
  • 2 foglie basilico
  • olio extravergine d'oliva
  • sale e pepe
  • 300 gr carne macinata mista
  • 100 gr pangrattato
  • 1 uovo
  • parmigiano q.b.
  • origano q.b.
  • aglio essiccato q.b.
  • olio per friggere
  • 200 gr provola o mozzarella
Procedimento
  1. Per prima cosa preparate le polpettine. Mischiate la carne macinata, il pan grattato, il parmigiano, l'uovo, il sale, l'origano e aglio. Mescolate con forza. Se troppo duro aggiungete un po' di latte freddo. Quando il composto è ben sodo formate le polpettine. Devono avere il diametro di circa 1.5 cm. Una volta preparate coprite con pellicola e mettete in frigo per almeno mezz'ora.
  2. Preparate il sugo di pomodoro. Fate soffriggere in poco olio mezza cipolla a fettine. Quando ben dorata aggiungete la passata di pomodoro. Salate e fate cuocere per una mezz'ora avendo cura di aggiungere acqua se evapora. La salsa deve essere un po' lenta.
  3. Friggete le polpettine in abbondante olio e scolatele su carta assorbente.
  4. Tagliate a fette la prova e fate scolare il latte.
  5. Cuocete la pasta e toglietela al dentissimo. Unite alla pasta il sugo di pomodoro, la provola e le polpettine mescolate e trasferite in una teglia.
  6. Infornate dopo aver spolverato di abbondante parmigiano a 220° per 25/30 minuti o finchè ben croccante la superficie.
  7. Lasciar riposare una ventina di minuti fuori dal forno.

Vi ho fatto venire l’aquolina? Direi che è proprio il caso di provarla non pensate?

Vi aspetto con le vostre versioni!

Bacini croccanti,

Jess